Celebrato ieri, anche a Terni, il 73° Anniversario della Fondazione della Repubblica.

Dopo l’alzabandiera e la deposizione delle corone presso il Monumento ai caduti, in Piazza Briccialdi, la cerimonia ternana è proseguita in Piazza della Repubblica dove il Prefetto, Paolo De Biagi, ha passato in rassegna il Picchetto misto interforze, le Rappresentanze, i Labari e i Gonfaloni.

Uno studente del Liceo Classico “C. Tacito” di Terni, Giacomo Giambolini, ha dato lettura del messaggio del Presidente della Repubblica seguito da un breve saluto del Prefetto alla cittadinanza ed alle autorità civili e militari presenti.

Il Prefetto ha innanzitutto sottolineato l’importanza e il ruolo dei giovani, quale simbolo di continuità generazionale per condividere il profondo valore dei principi democratici sanciti dalla nostra Carta Costituzionale. Ha poi richiamato il senso di responsabilità di tutti gli Amministratori pubblici ad operare per offrire prospettive ai giovani, principalmente attraverso l’occupazione. “Perché un Paese che non è in grado di dare speranze ai giovani – ha rimarcato il Prefetto – è un Paese asfittico, cristallizzato, destinato a non avere futuro”.

È seguita la premiazione degli studenti delle scuole secondarie di primo grado della provincia vincitori del concorso di idee “Le libertà fondamentali nella Costituzione”, istituito dalla Prefettura con la collaborazione della Fondazione CARIT e dell’Ufficio Scolastico Provinciale.

Ai vincitori sono stati consegnati premi in denaro, destinati alla scuola di appartenenza per l’acquisto di materiale didattico, offerti dalla Fondazione CARIT, e targhe realizzate dal Polo di Mantenimento Armi Leggere di Terni.

Tutte le 120 rappresentazioni grafiche prodotte dagli studenti delle scuole che hanno aderito all’iniziativa (Scuola Media Statale “Leonardo da Vinci e Nucula”, Istituto Comprensivo “G. Marconi”, Istituto Leonino, Istituto Comprensivo “G. Oberdan” – scuola secondaria di 1° grado “P. Manassei” e Istituto Comprensivo “A. De Filis” di Terni e Istituto Comprensivo Statale di Acquasparta) sono esposte presso il “Laboratorio 06” della Biblioteca Comunale di Terni ove resteranno fino al prossimo 8 giugno.

La cerimonia è proseguita con la consegna delle onorificenze “Al Merito della Repubblica Italiana” e di tre “Medaglie d’onore ai cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti” alla presenza dei Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti.

L’evento, accompagnato dalla Banda sinfonica dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Briccialdi” che ha suonato l’inno nazionale ed eseguito alcuni brani musicali, è stato particolarmente partecipato dalla cittadinanza e dalle principali autorità civili e militari.

Dalle ore 9.30 alle 13.00, inoltre, a Piazza dei Bambini e delle Bambine, sono stati allestiti stand espositivi di Forze Armate, Forze di Polizia, Vigili del Fuoco e Croce Rossa Italiana.