Dopo aver raccolto numerose segnalazioni di un sospetto via vai di persone nella frazione di Giuncano, i Carabinieri della Stazione del capoluogo si sono messi in opera e, dopo un’attenta osservazione durata diverse ore, sono entrati in azione bloccando un gruppo di persone che erano appena usciti dall’abitazione della donna. L’azione repentina dei militari è stata notata dalla stessa che, nel disperato tentativo di disfarsi della sostanza, ha gettato dalla finestra una busta bianca, venendo però notata. Dopo averla recuperata, i carabinieri hanno dunque eseguito una minuziosa perquisizione in tutte le stanze dell’abitazione rinvenendo un totale di 5 buste in plastica trasparente termosaldate e sottovuoto, del peso di circa 60 grammi l’una, contenenti marijuana, 1 barattolo in vetro contenente 52 grammi di marijuana, 1 calzino in lana contenente 2 involucri in cellophane con 7 grammi di eroina , 1 contenitore in plastica con all’interno semi di canapa indiana per complessivi 6 grammi, 4 flaconi da 50 milligrammi ciascuno di metadone, 1 taglierino, 1 coltello, 1 paio di forbici e 6 tritaerba (tutto materiale intriso di sostanza stupefacente), 1 bilancino elettronico, banconote
di vario taglio, provento dell’attività di spaccio, per complessive 1280,00 euro, 1 macchinario per il sottovuoto. L’aspetto più interessante della vicenda è riferito al ritrovamento di un’agendina sulla quale la spacciatrice aveva appuntato dettagli delle proprie attività di spaccio, con annotazione delle sostanze distribuite e nomi di persone, aspetti che saranno certamente approfonditi per tentare di risalire alla filiera dello smercio.