Da tempo subiva vessazioni psicologiche, minacce e lesioni da parte del figlio trentacinquenne che in qualche caso l’aveva costretta anche a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso. Dopo l’ultima aggressione, con schiaffi e un pugno in faccia, la donna, una sessantenne orvietana, ha chiesto aiuto ai poliziotti. Dopo alcuni accertamenti, il figlio è stato arrestato dalla polizia. E’ successo a Orvieto.

Le indagini – spiega la questura – hanno fatto emergere una escalation di comportamenti aggressivi caratterizzata da una serie di atti vessatori, violenti ed intimidatori, posti in essere dal figlio – con una personalità difficile – non solo nei confronti della madre che in una occasione ha anche subito una frattura al polso, ma anche nei confronti di terze persone, aggredite dall’uomo senza alcun motivo. E’ il caso, ad esempio, di un giovane orvietano, che mentre si trovava seduto al bar, è stato colpito con un pugno dall’uomo senza alcuna apparente motivazione