Non ci sono telefonate intercettate di Gianpiero Bocci, ex segretario regionale del Pd e già sottosegretario all’Interno, nell’indagine sui concorsi all’ospedale di Perugia. Lo ha sottolineato il suo difensore, l’avvocato David Brunelli al termine dell’interrogatorio di garanzia davanti al gip nel quale il suo assistito si è avvalso della facoltà di non rispondere.

“Non c’è nemmeno una telefonata intercettata – ha detto il legale – come non c’è alcuna conversazione captata. Trovo che la posizione di Bocci sia assolutamente difendibilissima e ‘leggera’”.

L’avvocato Brunelli ha già annunciato che Bocci chiederà di essere sentito nei prossimi giorni dai pm “non appena completato l’esame degli atti processuali e delle dichiarazione delle altre persone che fanno riferimento a lui”.