Si è avvalso della facoltà di non rispondere l’ex direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Perugia Emilio Duca comparso stamani per l’interrogatorio di garanzia davanti al gip che ha disposto a suo carico gli arresti domiciliari nell’ambito dell’indagine sui presunti concorsi ‘pilotati’ per le assunzioni al Santa Maria della Misericordia.

“E’ prevalsa l’esigenza difensiva di poter studiare e valutare a fondo tutti gli atti d’indagine” ha spiegato il suo legale, l’avvocato Francesco Falcinelli. “Cosa che – ha aggiunto – è stata ancora materialmente impossibile da completare”.

Duca è considerato dagli inquirenti personaggio centrale dell’indagine. Il suo nome compare infatti praticamente in tutti i filoni dell’inchiesta che si compone di oltre 2 mila pagine di atti.