Verranno esaminate il 23 aprile prossimo, dall’Assemblea legislativa dell’Umbria, le tre mozioni di sfiducia nei confronti della presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini, presentate dalle opposizioni dopo gli arresti per i presunti concorsi pilotati all’ospedale di Perugia.

La decisione è stata ufficializzata quest’oggi dalla presidente dell’Assemblea di Palazzo Cesaroni, Donatella Porzi, sentito l’Ufficio di presidenza e la Conferenza dei capigruppo.

Le mozioni di sfiducia – dichiarate ricevibili – sono state presentate dai gruppi di Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, M5s, e i misti Umbria Next, Ricci presidente-Italia Civica e Fiorini per l’Umbria.

La presidente Porzi ha anche annunciato la sospensione dell’attività dell’Aula e delle Commissioni.