E’ stato arrestato dalla polizia per omicidio il 59enne accusato di avere ucciso con un colpo di fucile da caccia il perugino Mirko Paggi, 43 anni, alla periferia del capoluogo umbro al termine di una discussione, la sera del 10 aprile nel quartiere di Ponte d’Oddi. Contestati anche il possesso illegale e l’alterazione dell’arma, che aveva le canne mozzate, e delle munizioni in quanto il presunto autore del delitto era stato inquisito in passato e non poteva detenerli.

Al vaglio del personale della questura i motivi del delitto che sarebbe comunque sarebbe legato a dissidi tra i due che andavano avanti da tempo.

Paggi e chi lo ha ucciso, originario della Sicilia ma residente a Perugia, abitavano a poca distanza uno dall’altro.

Il 43enne è stato colpito davanti a casa dell’altro uomo (in casa c’era anche il figlio minorenne) che avrebbe sparato da un balcone sembra al termine di una discussione. E’ poi, avvertita la polizia, è sceso in strada dove ha atteso gli agenti ancora con il fucile in mano.

Foto Ansa