Numerose e importanti presenze, questa mattina, a Palazzo Gazzoli di Terni, per il 167° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. Autorità civili, politiche e militari, i sindaci delle città della provincia di Terni, ma soprattutto giovani, gli studenti degli istituti scolastici cittadini di ogni ordine e grado, ai quali il Questore di Terni, Antonino Messineo, ha rivolto un affettuoso ringraziamento per aver attribuito, con la loro presenza, un significato particolare alla manifestazione.

Manifestazione che – a dire il vero – era iniziata in via Antiochia, con la deposizione della corona in memoria dei caduti della Polizia di Stato da parte del Questore e del Prefetto della Provincia di Terni Paolo De Biagi.

Dopo il saluto al picchetto d’onore, le celebrazioni sono poi proseguite a Palazzo Gazzoli, dove il Questore Messineo ha accolto le numerose autorità, tra cui il Sindaco di Terni Leonardo Latini, il Vescovo Mons. Giuseppe Piemotese, la Presidente del Tribunale di Terni Rosanna Ianniello e il Procuratore Alberto Liguori e i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri Col. Davide Rossi e della Guardia di Finanza Ten. Col. Fabrizio Marchetti.

Dopo la lettura dei messaggi di auguri del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Ministro dell’Interno Matteo Salvini e del Capo della Polizia di Stato Franco Gabrielli, il Questore di Terni ha illustrato i risultati ottenuti in un anno di attività della Questura ternana, sottolineando come un’attenzione particolare sia stata riservata all’ascolto ed alla rilevazione dei bisogni concreti dei cittadini di Terni e del suo territorio al fine di intercettarne le preoccupazioni, le aspettative ed approntare una risposta efficace, tempestiva.

Tra i numeri più importanti dell’attività di Polizia messa in atto negli ultimi 12 mesi, da segnalare le 94 mila persone identificate e le 60 mila auto controllate. Le persone arrestate sono state invece 135 (+6%) e quelle denunciate a piede libero 1.092 (+1%). A Ternim i reati denunciati hanno subito un lieve calo (-3%) e un aumento altrettanto lieve in provincia (+2%). Diminuiscono nel complesso i furti, sia nel capoluogo ternano (-9%) che nel territorio provinciale (-1%), ma l’andamento è variabile a seconda del tipo di reato, con un vistoso calo per quelli con destrezza (-39% a Terni e -34% in provincia) e con strappo (rispettivamente -50% e -46%), mentre aumentano quelli in abitazione, rispettivamente del 17% e del 14%. In aumento, inoltre anche le rapine o le tentate (+40%) oltre alle truffe e frodi informatiche (cresciute del 30%).

Dopo la consegna delle onorificenze al personale che, nel corso dell’anno, si è messo in luce per le proprie doti professionali e per lo spirito di sacrificio, la cerimonia si è conclusa con l’esibizione della celebre pianista ternana Cristiana Pegoraro.