Il comando provinciale della guardia di finanza di Perugia, nell’ambito di un più ampio dispositivo predisposto, a livello nazionale dal comando generale del Corpo, ha svolto un piano straordinario di interventi per il contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale e per la tutela della sicurezza dei prodotti. L’operazione, che ha visto impegnati tutti i reparti territoriali, è stata avviata nei confronti di soggetti economici preselezionati e si è articolata su numerosi interventi, a conclusione dei quali sono state contestate, complessivamente, 14 violazioni al Codice del consumo e sequestrati circa 73.000 prodotti.

Le irregolarità riscontrate – spiega la Gdf – hanno riguardato la commercializzazione di articoli ritenuti non sicuri, in quanto privi dell’indicazione della relativa composizione merceologica, nonché del Paese d’origine. Fra questi, accessori per l’abbigliamento, bigiotteria e giocattoli.