I cittadini residenti in località Caldarella, a Papigno, protestano per lo stato di insicurezza in cui versa la zona per i danni causati dall’ondata di maltempo di circa un mese fa. Le forti raffiche di vento che hanno spirato per giorni in quel periodo, hanno infatti provocato il cedimento di una ringhiera, coperta d’edera e dell’annesso muretto, posti a protezione di alcune abitazioni e di una piazzola che si affaccia su una parte di terreno visibilmente scosceso.

Nei giorni seguenti, alcuni tecnici del Comune – avvertiti di quanto accaduto – avevano provveduto a posizionare – in via del tutto transitoria – alcune transenne per segnalare lo stato di pericolo, ma ad oggi – sostengono i cittadini della zona – nulla è cambiato. Da qui la nuova richiesta di intervento al Comune di Terni e all’Asm i cui mezzi per la raccolta dei rifiuti, sono peraltro costretti ad operare con estrema difficoltà visti i ridotti spazi di manovra ed il forzato cambio di posizionamento dei cassonetti.