Oltre 1.500 articoli, tra cui maschere, vestiti di carnevale, giochi ed accessori soprattutto per bambini, tutti privi dei requisiti minimi di sicurezza previsti dalla normativa, sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Terni nel corso di quattro interventi svolti nei confronti di esercizi commerciali e operatori ambulanti della provincia.

I controlli – spiega una nota del comando provinciale delle fiamme gialle – sono stati svolti durante il periodo dei festeggiamenti del Carnevale e di San Valentino.

Nello specifico, tre interventi hanno riguardato altrettanti negozi di oggettistica varia con sede a Terni ed Orvieto, gestiti da commercianti cinesi, mentre il quarto ha coinvolto un venditore ambulante originario del Bangladesh, durante il mercato settimanale di Orvieto. I titolari delle attività commerciali sono stati segnalati alla Camera di commercio per le violazioni della normativa contemplata dal Codice del consumo e dalle direttive comunitarie, ai fini dell’applicazione della sanzione amministrativa prevista.