E’ un nigeriano richiedente asilo, l’arrestato di venerdì pomeriggio dalla Polizia di Stato; è stato fermato alla stazione ferroviaria durante i controlli straordinari del territorio, messi in campo dalla Questura, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Lazio e un’unità cinofila della Polaria di Fiumicino.

Il cane antidroga ha indicato agli agenti un passeggero che aveva appena comprato un biglietto allo sportello e dalla perquisizione sono saltati fuori due involucri contenenti marijuana e hashish per un totale di 32 grammi.

Il ragazzo, di 23 anni residente in provincia di Viterbo, aveva già un divieto di ritorno nel Comune di Terni ed era già stato arrestato, sempre per spaccio, sia ad Orte che a Bomarzo.

Nella direttissima di sabato mattina, il Giudice del Tribunale di Terni ha convalidato l’arresto e ha disposto per lui il divieto di dimora in città fino alla data del processo.

Un cittadino pakistano di 36 anni, residente a Terni, è stato invece denunciato per lesioni e minacce a seguito di una lite avvenuta per motivi di viabilità. In base alle segnalazioni del denunciante, l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico è risalito all’aggressore e lo ha rintracciato.