Sono 350 nuove unità di personale che verranno assegnate ai Comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016. È una delle novità inserite nel Decreto legge sul terremoto che la prossima settimana arriverà all’attenzione del Consiglio dei ministri.

La notizia viene fornita dal Comune di Norcia dopo l’incontro di giovedì scorso, a Roma, tra le quattro Anci regionali del cratere del sisma del Centro Italia (Umbria, Abruzzo, Marche e Lazio), con i delegati al tavolo della cabina di coordinamento ed il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega alla ricostruzione, Vito Crimi.

Oltre al personale il Decreto conterrà anche la delega dell’istruttoria per i danni lievi ai Comuni su base volontaria, l’innalzamento delle soglie per l’affidamento di servizi e lavori, il trasferimento delle Sae alle amministrazioni comunali, la semplificazione delle istruttorie e il sostegno all’economia.