Il 5 marzo scorso, l’ASM di Terni è intervenuta insieme alla Polizia Municipale, in Strada di Santa Filomena dove erano stati rinvenuti sacchi di rifiuti abbandonati.

Dagli accertamenti eseguiti sono emersi indizi che consentiranno di risalire ai responsabili i quali saranno, così, sanzionati.

L’ASM ricorda che l’abbandono indiscriminato dei rifiuti è una delle peggiori forme di violenza verso la natura, l’ambiente, la salute e l’economia dei singoli cittadini.

Lasciando i rifiuti si generano le condizioni per il degrado, l’inquinamento, il danno agli animali, al suolo, all’aria. Nel caso dei rifiuti pericolosi (quali amianto, vernici, oli esausti, sostanze chimiche) aumenta in modo esponenziale il pericolo per la salute umana e la contaminazione dei territori e delle acque.

“Siamo di fronte ad un reato perseguibile penalmente – spiega il direttore dell’ASM Stefano Tirinzi – spesso operato da chi elude i controlli e disattende le norme sui corretti smaltimenti, non facendosi scrupolo di mettere a repentaglio la vita altrui o, molto più “banalmente” provocando un danno a ogni utente che paga la TARI”.