E’ stata cancellata da alcuni rappresentanti del centrosinistra la scritta contro il sindaco leghista di Terni, Leonardo Latini, comparsa nei giorni scorsi su un muro della BCT, la biblioteca comunale di Piazza della Repubblica. Con pennelli e vernice in mano si sono dedicati alla ripulitura il consigliere comunale di Senso civico, Alessandro Gentiletti, il capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Francesco Filipponi, il vicepresidente dell’Assemblea regionale dei democratici, Sandro Corsi, e Mattia Nannurelli, anche lui del Pd.

“Un gesto che serve a marcare una distanza anche fisica da chi ha fatto quella scritta. Un gesto concreto di vicinanza al sindaco, avversario politico che merita rispetto”, ha scritto Gentiletti sul proprio profilo Facebook. La prossima settimana una ditta specializzata provvederà a coprire definitivamente la scritta.