Sarà l’autopsia a chiarire le cause del decesso di due fratelli di 64 e 69 anni trovati morti nella loro casa di Nocera Umbra, ma l’ipotesi più accreditata è quella di cause naturali per entrambi. E’ quanto emergerebbe dalle indagini condotte dai carabinieri. I due, pensionati e non sposati, vivevano da soli. Uno era costretto a letto ma anche l’altro sembra avesse problemi di salute.

Ad aiutarli c’era una badante che rimaneva con loro dalla mattina alla sera. Quando la donna si è di nuovo recata all’abitazione ha trovato la porta chiusa a chiave dall’interno e non aperta come accadeva solitamente. Sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri e 118, che hanno trovato i fratelli a letto, in pigiama, già morti. Il medico legale non ha trovato sui corpi segni di violenza e nell’abitazione non sono state individuate fonti di monossido di carbonio.

L’ipotesi più accreditata è quindi quella di un malore che abbia colpito uno dei pensionati e poi che anche l’altro possa essersi sentito male.