Situazione operativa non certo ideale, alla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Terni, sempre più alle prese con il costante aumento dei reati informatici, cui deve far fronte con un numero ridotto di personale.

A denunciarlo è il Mosap, il Movimento Sindacale Autonomo di Polizia, che ricorda come anche con gli ultimi trasferimenti il comparto sia stato penalizzato. “Basta chiacchiere – sostiene il Mosap – Da Roma e dal Viminale, ora vogliamo fatti”.