Durante una manovra in retromarcia alla guida di tir, ha urtato un distributore di benzina di un’area di servizio lungo la E45, ad Acquasparta e poi è fuggito: il presunto responsabile è stato rintracciato dalla polizia al porto di Ancona prima del rientro in Albania ed è stato sanzionato. I danni – riferisce la questura – sono stati quantificati in circa 110mila euro.

Le prime indagini sono state avviate da una pattuglia del distaccamento di polizia stradale di Todi che ha visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Le ricerche sono poi state estese a tutte le telecamere disponibili lungo le principali direttrici dell’ area, utilizzando l’ unico elemento utile: la dicitura pubblicitaria trascritta sul telone dell’autoarticolato.

Così il veicolo è stato rintracciato in transito alla barriera di Orte. E’ stato diramato un “alert” su tutto il territorio nazionale e dopo alcuni giorni, il tir è stato bloccato dalla polizia della frontiera marittima di Ancona, mentre stava salendo a bordo di una nave diretta in Albania.

Il conducente è stato sanzionato per la fuga a seguito dell’incidente ed è stato istruito il fascicolo di rilevamento di sinistro stradale per il risarcimento assicurativo del danno.