E’ stata una settimana intensa, questa, per i Carabinieri del Comando Provinciale di Terni. Allo scopo di contrastare l’aumento dei reati predatori che si è verificato in alcune zone nel territorio provinciale, sono stati disposti controlli straordinari nelle giurisdizioni di competenza delle Compagnie di Terni ed Amelia maggiormente interessate dal fenomeno. Da martedi scorso a ieri, una cinquantina di militari delle Stazioni, delle Sezioni Operative e delle Sezioni Radiomobili dei due Comandi, a bordo di 20 veicoli, hanno perlustrato i territori dei comuni di San Gemini, Stroncone, Narni, Otricoli e Calvi dell’Umbria, dando vita ad una serie di controlli straordinari a largo raggio che hanno interessato anche le aree di confine tra le due Compagnie territoriali dell’Arma. Quelli straordinari – spiegano i carabinieri – sono dispositivi di prevenzione che si sono affiancati alle pattuglie che già ogni giorno, normalmente, controllano il territorio con i consueti servizi di prevenzione automontati ed appiedati.

A supporto del dispositivo a terra si è unito – ieri – anche un equipaggio del Nucleo Elicotteri dei Carabinieri di Roma Urbe, a bordo dell’NH-500, un velivolo particolarmente adatto ai controlli di polizia, che esprime un valore aggiunto dall’alto valore dissuasivo e dalle importanti potenzialità operative. Attenzioni, queste, che il Comando Provinciale dei Carabinieri di Terni ha voluto rivolgere alle popolazioni, recentemente fiaccate da fenomeni delittuosi particolarmente invasivi, quali i furti nelle abitazioni, con conseguente caduta della percezione di sicurezza, dando seguito alle indicazioni emerse all’esito dell’ultimo Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Nel corso delle diverse ore di operazione effettuate, sono stati messi in atto numerosi posti di controllo rafforzati ed è stato dato vita a pattugliamenti dinamici coordinati con l’equipaggio in volo. Complessivamente, sono stati controllati circa 350 veicoli ed oltre 700 persone, numerosi i dati di interesse info-investigativo inseriti in banca dati, per successive verifiche e sviluppi.