L’ex assessore al Bilancio del Comune di Terni, Vittorio Piacenti d’Ubaldi, è stato oggi rinviato a giudizio dal gup Simona Tordelli nell’ambito dell’inchiesta Spada bis, per la quale a dicembre 2017 era

finito ai domiciliari (per poi tornare libero) con l’accusa di turbata libertà degli incanti e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente.

L’indagine è legata all’affidamento negli anni di alcuni incarichi di consulenza da parte di società partecipate dal Comune, in particolare al commercialista Roberto Camporesi, anche lui oggi rinviato a giudizio insieme all’ex dirigente comunale Maurizio Galli.

Il processo nei confronti dei tre comincerà il prossimo 3 maggio.

Sono stati invece assolti per non avere commesso il fatto l’ex amministratore di TerniReti, Vincenzo Montalbano Caracci, e l’ex presidente di FarmaciaTerni, Stefano Mustica, che avevano richiesto il rito abbreviato.

Prescritti infine i reati contestati all’ex assessore comunale al bilancio Libero Paci e al dirigente comunale Francesco Saverio Vista.