Con lo scopo di garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini nonchè la tutela degli animali, il sindaco di Terni, Leonardo Latini, ha firmato l’ordinanza in occasione del Capodanno sul corretto uso dei fuochi d’artificio.

Ed allora ecco che dalle 16 del 31 dicembre fino alle 24 del 1° gennaio 2019, sarà vietato far esplodere fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e simili materiali pirotecnici in luoghi aperti al pubblico ed in vie, piazze ed aree pubbliche ove transitino o siano presenti i soggetti più fragili e gli animali, con particolare riguardo alle aree a distanze inferiori a 200 m da ospedali, cliniche, luoghi di ricovero e cura, canili, fatte salve particolari autorizzazioni ai sensi e per gli effetti delle norme vigenti. I vari tipi di materiali pirotecnici, oltre che nei luoghi privati nel rispetto delle prescrizioni, potranno essere esplosi anche in zone isolate, ma comunque a debita distanza da soggetti fragili e dagli animali, evitando tassativamente le zone affollate per la presenza di feste, riunioni o altri motivi e tutte le aree nelle quali l’esplosione del prodotto pirico potrebbe ingenerare incendi.

Il Sindaco Latini ha spiegato come il provvedimento adottato vada in direzione della tutela della sicurezza e della pubblica incolumità, con una particolare attenzione alle persone più fragili e agli animali, ma – ha aggiunto – senza privare la città della gioia della tradizionale festa.