Un giovane albanese è stato sottoposto a fermo dalla polizia di Perugia per rapina in relazione a un furto in un’abitazione di Pila mentre due suoi connazionali sono stati indagati a piede libero. Erano a bordo di una Bmw bloccata al termine di un’inseguimento sul raccordo e in città.

L’auto è stata individuata da una volante a Madonna Alta nell’ambito dei controlli contro i reati predatori recentemente intensificati. Le persone a bordo hanno però tentato la fuga imboccando il raccordo autostradale con la Bmw poi fermata in via delle Caravelle. Nell’abitacolo – riferisce la Questura – sono stati trovati un passamontagna, due cacciaviti e un coltello, nonché un cofanetto, sotto a un sedile, con alcuni monili d’oro risultati rubati in un’abitazione a Pila dove il proprietario, rientrato durante il furto, era stato minacciato con un coltello dal ladro per assicurarsi la fuga. La sua descrizione è risultata corrispondere a uno degli albanesi, di 26 anni, a bordo della Bmw fermato quindi per rapina.