Le scosse di terremoto del 2016 hanno letteralmente cambiato il volto di alcune località umbre, in particolare Castelluccio e San Pellegrino di Norcia.

La conferma che i due borghi, pesantemente colpiti dagli eventi sismici, abbiano oggi una fisionomia tutta nuova arriva dai dati, forniti dagli uffici tecnici del Comune di Norcia, sui crolli e sulle demolizioni svolte. A Castelluccio sono stati 121 gli edifici “cancellati”, pari al 60% dell’intero abitato, mentre a San Pellegrino gli immobili caduti o abbattuti sono stati fino a oggi 147, il 55% dell’intero paese.

Sempre a Castelluccio le demolizioni sono state completate, mentre a San Pellegrino devono essere eseguite altre 4-5 e verranno effettuate entro la fine di questo mese.