E’ stato soccorso dai vigili del fuoco di Città di Castello con tecniche speleo, alpino, fluviali un operaio rimasto con un braccio incastrato in un nastro trasportatore di inerti di una ditta di San Paterniano.

La squadra del distaccamento tifernate lo ha infatti raggiunto a un’altezza di circa 20 metri, alla sommità di un cumulo del materiale. Dopo avere verificato in collaborazione con il personale del 118 le condizioni dell’uomo è stato posizionato su una barella spinale e calato tramite toboga.

L’operaio è stato quindi ricoverato nel reparto di ortopedia dell’ospedale di Città di Castello per la frattura del braccio.