Registra numeri in aumento, nel ternano, il fenomeno dello spaccio di stupefacenti, uno dei reati che destano maggiore preoccupazione sul territorio: è quanto emerso nel corso del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto Paolo De Biagi, al quale hanno preso parte i vertici delle forze di polizia e i sindaci dei Comuni maggiormente popolati.

Durante l’incontro – spiega una nota della prefettura – è stato deciso di attuare sul territorio, in modo coordinato, servizi di prevenzione e controllo da parte di tutte le forze di polizia, con il concorso delle polizie municipali interessate. Questi servizi si aggiungeranno a quelli ordinariamente svolti sul territorio.

“Sul piano della prevenzione – spiega ancora la prefettura – sarà importante quanto gli enti territoriali potranno fare per mettere in sicurezza e riqualificare aree degradate interessate dallo spaccio, tramite interventi di potenziamento dell’illuminazione pubblica, di manutenzione di recinzioni, del verde pubblico e del decoro urbano”.

Proseguiranno inoltre negli istituti scolastici, anche con la collaborazione delle forze di polizia, iniziative di informazione e sensibilizzazione degli studenti sugli effetti negativi e pericolosi dell’uso di sostanze stupefacenti.