Mentre era in prova ai servizi sociali, a Perugia, dopo una condanna per droga, un tunisino di 37 anni, ha posto in essere quella che per la polizia è una vera e propria condotta persecutoria nei confronti della ex fidanzata, con la quale la relazione è ormai terminata da quasi 10 anni, minacciando anche di gettarle addosso dell’acido. Per questo è stato arrestato dalla squadra mobile. Il magistrato di sorveglianza ha infatti emesso in via d’urgenza un provvedimento di ripristino della misura detentiva.

Dagli accertamenti è emerso che l’uomo nel periodo di libertà aveva iniziato a perseguitare la sua ex. E, di fronte al rifiuto di riallacciare un rapporto sentimentale – in base all’accusa -, ha minacciato la donna di gettarle addosso dell’acido e di bruciare la sua auto, inveendo contro di lei e assumendo “condotte violente”, come prendere a calci la porta dell’abitazione. Tutto questo ha portato a una denuncia per atti persecutori e al ritorno in carcere.