“Contiamo di terminare entro l’estate 2019 la rimozione delle macerie all’interno della Basilica di San Benedetto a Norcia”. Lo ha detto la soprintendente alle Belle arti dell’Umbria, Marica Mercalli, spiegando come – almeno sinora – sia stato svuotato circa un terzo del materiale crollato in seguito al terremoto del 2016 e siano serviti circa tre mesi per procedere con i lavori. “E’ però necessario – ha aggiunto la soprintendente – andare a nuova gara per l’affidamento delle opere e questo inevitabilmente allungherà un po’ i tempi. Considerando quelli necessari per il bando e quelli per eseguire l’intervento si può immaginare di completare lo svuotamento tra sette-otto mesi”.

Oltre alla rimozione delle macerie, ci sarà da completare anche la gabbia metallica nella parte della controfacciata della Basilica. Intervento che non era stato possibile eseguire al momento dell’installazione della protezione proprio per via del cumulo di detriti all’interno della struttura.