Il Tribunale di Terni, con la sentenza 668/2018, nella giornata di ieri ha condannato una finanziaria a risarcire il consumatore tutti gli interessi indebitamente percepiti, quantificabili in € 13.075,70, poiché corrisposti in misura superiore al tasso di soglia.

Un pronunciamento, quello del giudice, davanti al quale esulta la Federconsumatori, protagonista dell’intera vicenda.

Il cittadino che beneficerà del rimborso della somma pagata in eccesso è infatti un assistito dell’associazione, che in una nota dichiara: «siamo da sempre impegnati nel tutelare gli interessi delle parti più deboli e questa volta, tramite i nostri avvocati Doretta Bracci e Patrizia Spaziani, abbiamo ottenuto un ottimo risultato a difesa dei diritti del consumatore nei confronti di una finanziaria».

«In particolare – prosegue Federconsumatori – il giudizio del Tribunale di Terni, avente per oggetto l’applicazione di tassi usurai, si è avvalso di una consulenza tecnica che ha avallato completamente le nostre tesi».

«Di casi come questo – commenta il presidente di Federconsumatori Terni, Franco Todaro – purtroppo ce ne possono essere svariati. Colgo pertanto l’occasione di questa importante vittoria della nostra associazione per invitare i consumatori a prendere i contatti con la nostra sede di Terni, in vico S. Procolo n. 8, al fine di valutare in modo gratuito se vi sono, caso per caso, irregolarità nella stipula di contratti di finanziamento e di mutuo. I nostri legali sono a disposizione dell’utenza ogni lunedì e martedì pomeriggio».