Un peruviano di 36 anni, destinatario di un rifiuto del rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro subordinato, è stato espulso ieri dal Territorio Nazionale ed accompagnato coattivamente dalla Polizia di Stato al Centro di Permanenza e Rimpatrio di Torino.

L’uomo, a Terni da una decina d’anni, è stato ritenuto pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica, a causa dei suoi precedenti per rissa e per violenza sessuale su minore, con l’aggravante dell’età della ragazzina, che all’epoca aveva meno di 14 anni.

Un altro straniero, un algerino, è stato allontanato dall’Italia con l’Ordine del Questore di lasciare il Territorio Nazionale entro sette giorni.

L’uomo appena uscito dal carcere di vocabolo Sabbione per una condanna per furto e rapina, era irregolare ed inottemperante ad un precedente Ordine del Questore di Milano.