Tornano, presso il palazzo di giustizia di Terni, le udienze del tribunale per i minorenni: per un giorno a settimana ci sarà infatti a disposizione di giudici e avvocati uno spazio per trattare i procedimenti che riguardano minori, evitando così agli utenti ternani di spostarsi a Perugia.

A darne notizia è stata la presidente del tribunale, Rosanna Ianniello, che – in occasione della Giornata europea della giustizia civile – ha tenuto una conferenza stampa in cui ha fatto il punto della situazione degli uffici giudiziari. Tra le altre novità annunciate, anche la creazione

di uno sportello “informAzione”, realizzato con il contributo di Ordine degli avvocati, Comune, Regione ed enti territoriali, per orientare i cittadini nella corretta fruizione dei servizi della giustizia civile e penale. Lo sportello sarà aperto ogni venerdì, al piano terra del tribunale, dalle 10 alle 13.

“Nel corso dell’ultimo anno – ha spiegato la Ianniello – sono stati presi vari ed importanti provvedimenti nell’ottica della ristrutturazione e della riorganizzazione degli uffici, anche con il contributo dell’avvocatura” come l’Ordine degli avvocati, la Camera civile e quella penale. Tra le novità operative – oltre all’introduzione dei metal detector all’ingresso del tribunale – anche il potenziamento di alcuni settori “secondo le necessità di un territorio a forte vocazione industriale ma duramente colpito dalla crisi” ha proseguito la presidente, come la sezione fallimentare e del lavoro, alla quale oggi sono dedicati nello specifico tre giudici.

Nel complesso, sul fronte dei procedimenti civili, dal 30 giugno 2017 al 30 giugno 2018, le pendenze del tribunale di Terni sono diminuite da 7.740 a 7.229, nonostante l’aumento delle sopravvenienze, cresciute da 7.747 a 8.178. “Un segno positivo – ha commentato la dottoressa Ianniello – che non dà

comunque un risultato pienamente soddisfacente, visto che alcuni settori sono più in sofferenza. Ma la giustizia frettolosa, che insegue i numeri per ottimizzare la resa produttiva, può creare problemi. Il nostro compito resta quello di ponderare con serenità tutti gli aspetti del singolo processo”.