Rapina, ieri sera, in una casa di Passignano sul Trasimeno, in provincia di Perugia. Secondo le testimonianze raccolte dagli inquirenti, sette o otto persone, incappucciate e armate di pistole e fucili, hanno fatto irruzione nell’appartamento in cui stavano cenando una donna con i due figli.

Stando alla ricostruzione delle persone offese, che non sono state picchiate, i rapinatori hanno detto di essere carabinieri impegnati in una perquisizione e hanno messo a soqquadro la casa che si trova in una zona di campagna isolata del paese in località San Vito. Poi, però, hanno chiesto soldi, senza trovarne, intascando orologi e monili d’oro. Anche la cassaforte è stata forzata ma al suo interno era presente solamente un fucile che i rapinatori hanno deciso di lasciare. Per allontanarsi è stata utilizzata l’auto dei proprietari.

Sull’episodio sono in corso indagini dei carabinieri di Passignano e della Compagnia di Città della Pieve.