Anche in Umbria “il settore della pedo-pornografia e più in generale della protezione dei minori dai rischi della rete è un ambito che vede denunce e segnalazioni in costante aumento grazie anche alle campagne educative che coinvolgono studenti, insegnanti e genitori”. E’ quanto ha sottolineato il dirigente del compartimento Polizia postale di Perugia, Anna Lisa Lillini, al convegno con il quale è stato celebrato il ventesimo anniversario dall’istituzione della specialità.

Lo scorso anno scolastico con le campagne educative del compartimento umbro hanno raggiunto, in 62 incontri, 7 mila 400 studenti, 840 insegnanti e 350 genitori.

Lillini ha ricordato come “l’enorme evoluzione che ha interessato il settore delle comunicazioni ha trasformato le competenze tradizionali della polizia postale e delle comunicazioni, attribuendogli una nuova mission. Quella – ha spiegato – della sicurezza informatica e della tutela delle comunità virtuali”.