Il sindaco di Terni, Leonardo Latini, ha firmato la nuova ordinanza che disciplina la vendita per asporto e le modalità di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche. Rispetto al consueto l’ordinanza, oltre che ai fine settimana è stata estesa anche alle giornate festive del periodo di Ognissanti – Halloween.

Il provvedimento è valido da venerdì 19 ottobre e fino a sabato 17 novembre, dalle ore 22 alle 24 e nei giorni di mercoledì 31 ottobre e giovedì 1° novembre, nelle aree e zone del centro storico delimitate dal perimetro di via Mazzini, Piazza Buozzi, via Castello, via Cerquetelli, rotonda R. Angelini, via Lungonera G. Cimarelli, rotonda dei Partigiani, via Guglielmi, via Vittime delle Foibe, rotonda Obelisco Lancia di Luce, corso del popolo, via Annunziata, piazzale Briccialdi, via D. Giannelli, largo E. Ottaviani, Largo Micheli, via della Rinascita, via Battisti, piazza Tacito.

Sono interessati dall’ordinanza i titolari o gestori di attività commerciali legittimate alla vendita al dettaglio, incluse quelle su aree pubbliche, tramite distributori automatici o annesse ad attività artigianali.

Il divieto – spiega una nota di Palazzo Spada – coinvolge anche le attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, compresi gli esercizi dove si svolgono spettacoli o altre forme di intrattenimento e svago, musicali o danzanti, i circoli privati gestiti da persone fisiche, da enti o da associazioni. Per queste categorie il divieto si applica, invece, dalle 22 alle 3 di sabato e dalle 22 di sabato alle 3 di domenica nonché dalle ore 22 di mercoledì 31 ottobre alle 3 di giovedì 1° novembre e dalle 22 di giovedì 1° novembre alle ore 3 di venerdì 2 novembre.

Il provvedimento è stato assunto a seguito del Tavolo tecnico permanente sulla sicurezza integrata e sulla sicurezza urbana, che si è tenuto nel mese di aprile presso la Questura di Terni. In tale sede è stato stabilito di attuare interventi, oltre ai controlli quotidiani delle Forze di Polizia dello Stato e della Polizia Locale, finalizzati a limitare tali fenomeni di degrado, di disturbo alla tranquillità ed al riposo dei residenti di alcune zone conseguenti all’abuso di bevande alcoliche e superalcoliche, soprattutto nelle giornate dei fine settimana ed in occasione di particolari eventi o festività.

L’inosservanza dei divieti verrà punita con la sanzione amministrativa che va dagli 80 ai 480 euro.