Il Comune di Terni, tramite la propria avvocatura, si è costituito parte civile nell’ambito del procedimento penale cosiddetto “Spada bis” che riguarda anche alcuni ex amministratori comunali. “Si tratta – precisa l’amministrazione comunale – di un segno di discontinuità con il passato a tutela dell’interesse della città. Intanto continuiamo a seguire con attenzione tutti i vari aspetti che hanno portato al dissesto del Comune di Terni, così da contribuire a fare chiarezza sulle responsabilità, sempre nell’interesse dei cittadini che sono i primi ad essere stati danneggiati da quanto accaduto”.