La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio dell’Umbria, ha approvato – finora – 42 progetti di opere private e 35 pubbliche per la ricostruzione post sisma. A rendere noti i dati è la soprintendente, Marica Mercalli, sottolineando come, al momento, non sia stato respinto alcun progetto.

“Riceviamo – ha spiegato la Mercalli – i progetti da esaminare che vengono presentati all’Ufficio speciale per la ricostruzione della Regione Umbria. Attualmente sono in sospeso, per richiesta di integrazioni, cinque progetti privati e altrettanti pubblici. Entro sette giorni dalla comunicazione dei progetti inviati dall’Usr – ha aggiunto la soprintendente – facciamo pervenire il nostro parere che viene esaminato insieme a quello degli altri enti coinvolti (Comuni, l’ente Parco, i vigili del fuoco, il ministero alle Infrastrutture e il ministero dell’Ambiente) in seduta congiunta”.