La Polizia di Stato ha arrestato ieri un giovane di nazionalità rumena, sorpreso in strada mentre tentava di cedere tre dosi di sostanza stupefacente ad un cliente italiano. I due, uno in sella ad una bici e l’altro in sella ad uno scooter, si erano dati appuntamento in via Umbria. Alla vista della pattuglia, hanno provato a dissimulare un incontro occasionale, ma agli agenti della DIGOS non è sfuggito che il rumeno, un istante prima di essere avvicinato dalla Polizia di Stato, si era sbarazzato di un piccolo involucro, lasciandolo cadere a terra. L’involucro conteneva tre dosi di stupefacente, più precisamente due di eroina ed una di cocaina. Il rumeno è stato trovato inoltre in possesso della somma di 270 euro in contanti, di cui non ha saputo giustificarne la provenienza agli agenti, che sono riusciti a risalire all’appartamento di
Terni in cui vive insieme alla compagna, anche lei rumena. Nell’abitazione, sono state recuperate altre dosi, per un totale di 54, divise fra eroina e cocaina e sono stati sequestrati un bilancino di precisione, un coltello utilizzato per il taglio della sostanza oltre a materiale di confezionamento. Anche la compagna è stata indagata per detenzione ai fini di spaccio, in considerazione di alcuni elementi che hanno portato gli agenti a ritenerla complice del compagno nell’attività di spaccio. Per la persona arrestata, il pubblico ministero – il dr. Tullio Cicoria – ha disposto il giudizio per direttissima, che si terrà nella giornata odierna, mentre per la donna è scattata la denuncia. Prosegue intanto il lavoro degli investigatori per ricostruire il giro di affari dei due.