Tre cacciatori sono stati denunciati dai Carabinieri Forestali di Terni che hanno anche provveduto a sequestrare altrettanti fucili, numerose cartucce ed un dispositivo elettroacustico utilizzato come richiamo vivo, oltre alla selvaggina abbattuta.

I tre sono stati individuati a Taizzano di Narni, all’interno di un capanno temporaneo di caccia. Uno deteneva un fucile calibro 20 senza essere in possesso della licenza di porto dell’arma, un altro aveva invece consegnato un’arma da sparo ad una persona priva di licenza, il terzo aveva utilizzato, insieme agli altri due, un apparecchio a riproduzione elettromagnetico non consentito di sua proprietà.