A distanza di due anni dal terremoto sono stati recuperati gli arredi sacri, i monili d’oro e l’antico presepe che ancora si trovavano tra le macerie della chiesa di Santa Maria dell’Assunta di Castelluccio di Norcia.

Ad eseguire l’intervento di recupero sono stati i vigili del fuoco che hanno poi consegnato i reperti alla soprintendenza alle belle arti dell’Umbria che ha provveduto a trasferirli al deposito regionale di Santo Chiodo di Spoleto che custodisce già oltre 6 mila reperti salvati dal sisma.

All’interno della chiesa di Castelluccio, fino ad oggi, non era stato possibile entrare per motivi di sicurezza e anche ieri i vigili sono riusciti a recuperare gli arredi religiosi grazie ad una incursione attraverso le macerie che sovrastano la chiesa.