Commemorato, a Spello, il nono anniversario della morte del maresciallo dei carabinieri Andrea Angelucci, medaglia d’oro al Valore civile.

I familiari, l’Arma e la città di Spello hanno ricordato il giovane carabiniere scomparso a soli 36 anni nell’adempimento del dovere.

Le celebrazioni si sono aperte presso il cimitero di Spello dove sono stati deposti dei fiori sulla tomba del militare, cui è seguito un breve momento di preghiera. Quindi, nella chiesa di San Ventura è stata celebrata la messa in suffragio, alla quale hanno preso parte il prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, il sindaco di Spello Moreno Landrini, il Comandante della Legione carabinieri Umbria, generale Massimiliano Della Gala, il questore di Perugia, Giuseppe Bisogno, il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Giovanni Fabi.

Con loro gli appartenenti all’Arma provenienti dalle diverse stazioni della compagnia di Foligno e moltissimi cittadini.