E’ entrata in vigore, a Narni, un’ordinanza anti-prostituzione. Ad emanarla è stato il sindaco, Francesco De Rebotti, che ha disposto una serie di divieti, riguardanti l’area di Narni Scalo, entrati in vigore dal 15 settembre scorso e validi fino al 15 marzo 2019.

Il provvedimento prevede l’impossibilità di porre in essere comportamenti diretti, in modo non equivoco, ad offrire prestazioni sessuali a pagamento sia in luoghi pubblici e vie sia in spazi aperti al pubblico o comunque visibili. Vieta anche a chiunque di consentire o invitare la salita sulla propria auto al fine di contrattare, concordare od offrire prestazioni sessuali a pagamento e di intrattenersi con soggetti dediti all’attività di prostituzione su strada. Le violazioni prevedono sanzioni che vanno dai 100 ai 600 euro.

Le aree interessate dal provvedimento sono via Tuderte, piazza Comencini, compresa area parcheggio supermercato Lidl, via della Stazione, piazza de Filippo ed area parcheggio adiacente, area parco urbano Narni Scalo, via della Doga e zone limitrofe.