Nessuna presenza del batterio responsabile della legionella è stata rilevata nella rete idrica pubblica della provincia di Terni. Lo ha sottolineato il Sii, ribadendo quanto già comunicato dall’Usl, in base ai risultati delle analisi compiute dopo i due casi della malattia registrati nell’orvietano.

“La rete idrica pubblica non è responsabile dell’insorgere delle patologie” ha precisato il Servizio idrico integrato. “I controlli fatti dal Sii, in coordinamento con i responsabili dell’Usl e con gli altri organi preposti alla tutela dell’ambiente e della salute – scrive la società in un comunicato – hanno infatti dato esito negativo escludendo la presenza del batterio”.

Il Sii ha ricordato che “i controlli ordinari sulla rete di distribuzione e approvvigionamento da parte della società sono continui, ad ampio raggio e ripetuti nel tempo, al fine di mantenere un monitoraggio sulla situazione delle acque pubbliche, a garanzia dei cittadini e di tutti gli altri utilizzatori”.