La direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni, smentisce la notizia relativa ad un terzo paziente ricoverato con diagnosi di legionellosi comunitaria, pubblicata sulle pagine di un quotidiano locale.

“Ad oggi – spiega una nota aziendale – l’ospedale di Terni ha trattato solo due casi clinici: la prima paziente aveva contratto il batterio della legionella durante una villeggiatura fuori regione lo scorso luglio e, dopo il trattamento in Ecmo e la riabilitazione respiratoria, e’ stata dimessa. Il secondo paziente, residente a Baschi, ricoverato dal 29 agosto, e’ ancora in prognosi riservata, sotto trattamento Ecmo e con condizioni cliniche ancora molto gravi dal punto di vista cardio-respiratorio”.