Costi scolatici in aumento in Italia, dallo zaino al libro di Testo. Ma se per quel che riguarda il corredo, il mercato la fa da padrone, sui costi relativi ai libri, esistono anche pregevoli ed interessantissime alternative.

Aumentano nel 2018 i prezzi di diari, astucci, zaini e materiale scolastico e anche per i libri di testo si spenderà di più rispetto allo scorso anno.
Lo annuncia il Codacons, che prevede una “stangata” di settembre per le famiglie relativa all’acquisto del corredo scolastico per gli studenti.
Nei negozi e nei supermercati di tutta Italia già da giorni è comparso tutto l’occorrente per la scuola – spiega l’associazione – si va da diari e quaderni “low cost” a zaini e astucci griffatissimi con le marche del momento, sempre più richieste dai giovanissimi.

In base alle prime stime del Codacons per il corredo scolastico (penne, diari, quaderni, zaini, astucci, ecc.) i prezzi al dettaglio, rispetto al 2017, registrano quest’anno un incremento medio del +2%, rincaro che raggiunge il +4% per il materiale “griffato”, ossia le marche più richieste dai giovanissimi perché legate a squadre sportive, cartoni animati, bambole o personaggi e serie famosi.
Il prezzo di uno zaino di marca raggiunge i 120 euro, mentre per un astuccio griffato attrezzato (con penna, matita, gomma da cancellare e pennarelli) la spesa arriva quest’anno a 40 euro – analizza il Codacons.

Altra voce che incide sulla spesa per il corredo è quella relativa al diario, che sfiora i 20 euro per le marche più note.
L’esborso per il materiale scolastico completo raggiungerà durante l’anno scolastico 2018/2019 quota 520 euro a studente su base annua, cui va aggiunto il costo per libri di testo, altra voce che inciderà pesantemente sui portafogli delle famiglie italiane, variabile a seconda del grado di istruzione e della scuola.
In particolare per i testi scolastici il Codacons smentisce la possibilità di sensibili riduzioni dei prezzi, e anzi si prevede un esborso economico maggiore a carico delle famiglie rispetto lo scorso anno scolastico.
Tra corredo e libri di testo – denuncia il Codacons – la spesa complessiva può facilmente superare i 1.100 euro a studente, una vera e propria stangata per le tasche degli italiani.
Per tali motivi il Codacons richiede l’intervento del Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti affinché si riducano i prezzi dei corredi scolastici e vengano sottoposti a controlli.

Ma forse, invece che sperare che ci sia sempre qualcuno a risolverci il problema, potremmo essere noi ad impegnarci a trovare una soluzine alternativa.

Se ci pensiamo infatti, un libro di matematica delle medie o delle superiori, non cambia tantissimo da un anno all’altro, perche’ allora le edizioni commerciali cambiano tutti gli anni?
Proprio per evitare che studenti e famiglie si possano rifornire dal mercato dell’usato.
Legittimo per le casi editrici, un po’ meno giustificabile nella scuola pubblica.

Ed allora, professori, maestri, genitori, studenti, provate a dare un’occhiata al sito matematicamente.it dove il professor Antonio Bernardo, docente presso il liceo scientifico Banzi di Lecce, in collaborazione con una quarantina di matematici italiani ha pubblicato il primo libro di testo italiano, liberamente scaricabile e modificabile, “Algebra 1”.
Sullo stesso sito troverete testi di fisica, astronomia, geometria. Esercizi completi di svolgimento per esercitazioni, temi.

il libro di matematica libero, gratuito e distribuibile

Insomma, non ci sono scuse. Se si vuole risparmiare i soldi, ma spendere un po’ di tempo e impegnare un po’ il cervello, le soluzioni si trovano e qualche volta sono anche migliori del prodotto “confezionato”.

Ed allora, perche’ non premiare ed incentivare il reale scambio di conoscenza tra i docenti italiani, per far si che la scuola pubblica italiana sia una vera fucina di idee e non il semplice mercato di riferimento per testi commerciali eternamente rimescolati?

Siete professori o genitori? Avete dei dubbi e volete rendervi conto di quello che e’ al momento liberamente e gratuitamente disponibile nella nostra lingua?
Allora, oltre che su matematicamente.it, it.wikibooks.org e it.wikiversity.org potranno darvi buoni spunti di navigazione e se magari siete dei mostri nelle traduzioni dal latino, ma non avete mai avuto il coraggio di pubblicare un vostro libro di traduzioni da Cicerone, allora questa potrebbe essere l’occasione giusta per far avere il vostro libro Creative Commons al professore di vostro figlio.

https://creativecommons.it/ccitfiles/catalogo-testi-cc.pdf