L’Aliquota Operativa dell’Arma amerina, grazie anche al contributo informativo della locale Stazione Carabinieri, ha individuato una piccola piantagione domestica di marijuana. Il “coltivatore diretto” è un 60enne di Montecastrilli (TR) che aveva deciso di “riservare” una parte nascosta del giardino della propria abitazione a questa “particolare cultura”. Le dodici piante di marijuana sequestrate dai militari, tutte in fiore e di altezza superiore al metro e mezzo, avrebbero garantito al non più giovane imprenditore dal “pollice verde” di ricavare sostanza stupefacente che, venduta al dettaglio, avrebbe ben ricompensato i suoi sforzi produttivi: basti pensare che le analisi poi effettuate hanno permesso di stabilire che “il raccolto” avrebbe fruttato ben 700 dosi.

L’uomo, che in passato si era già reso responsabile della commissione di reati della stessa indole oltre che inerenti il patrimonio, è stato deferito in stato di libertà per il reato di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti.