Esquilino, Ostia, via Giolitti e Tor Bella Monaca; queste le zone dei recenti arresti della Polizia di Stato della capitale nell’ambito della quotidiana lotta allo spaccio. 5 panetti di hashish sono stati sequestrati a  2 ventenni di origini egiziana dagli investigatori del commissariato Esquilino, diretto da Giuseppe Moschitta. I due, poi arrestati, stavano trasportando lo stupefacente all’interno di un trolley in viale Carlo Felice. Inutile il loro tentativo di disfarsi della piccola borsa da viaggio, così come quello di sfuggire all’arresto.

Ad Ostia, i poliziotti del locale commissariato, diretto da Eugenio Ferraro, erano venuti a conoscenza che un 31enne, a loro già noto, spacciava dall’interno di un appartamento protetto da una grata ed una porta blindata. Appostandosi discretamente, sono riusciti ad individuare un tossicodipendente che aveva appena comprato del crack; acquisita così la sicurezza dell’informazione,  hanno perquisito l’abitazione: sequestrata più di 30 grammi di cocaina e circa 4500 euro. È un tunisino di 19 anni l’arrestato a via Giolitti. Gli uomini del commissariato Viminale, diretto da Fabio Abis, lo hanno sorpreso mentre, fermo sulla via, offriva “fumo” ai passanti. 2 distinti arresti nel quartiere di Tor Bella Monaca da parte degli agenti del Reparto Volanti, diretto da Giuseppe Sangiovanni, e del commissariato Casilino, diretto da Paola Di Corpo: il primo, cronologicamente parlando, un 18enne fermato nella notte con 16 dosi di cocaina. Nel pomeriggio dello stesso giorno, intervenendo per una lite, i poliziotti, hanno notato una delle parti, un nigeriano di 25 anni, nascondere un pacco che conteneva una bilancia di precisione sporca di droga; durante la successiva perquisizione, l’uomo è stato trovato in possesso di circa 50 grammi di marijuana.