Nel periodo estivo si acuisce il fenomeno dei furti in appartamento, specie nelle grandi città
che si spopolano, e si ripropone l’esigenza di una forte azione di contrasto ai reati predatori,
intensificando i servizi di prevenzione e repressione.
L’operazione è iniziata a luglio e proseguirà sino alla prima settimana di settembre con
servizi che coinvolgeranno a scacchiera tutte le città italiane, mercoledì e giovedì è stata la volta di
Terni e di Orvieto.
In totale, sono state identificate 198 persone (di cui 31 con precedenti) e sono stati
controllati 103 veicoli, nei 17 posti di controllo ai principali ingressi delle città.
Per quanto riguarda Orvieto, i controlli sono stati estesi anche al Comune di Castelgiorgio,
dove di recente si sono verificati alcuni furti in appartamento. Sempre ad Orvieto, è stato controllato
un esercizio commerciale e 421 veicoli sono stati sottoposti a verifica con il Sistema Mercurio, la
piattaforma tecnologica della Polizia di Stato che consente di compiere direttamente accertamenti
sulle persone fermate in strada, di leggere automaticamente le targhe, riconoscendone al momento i
numeri e le lettere con comparazione con quelli presenti nell'archivio delle auto rubate.
L’operazione “Alto Impatto” nei dettagli: l’arresto è stato effettuato dalla Squadra Mobile
ieri pomeriggio, quando gli agenti hanno notato passare, in auto a Piazza Dalmazia, una
commerciante ternana già nota per reati di droga. La donna è stata vista scendere dall’auto ed
avvicinarsi ad un giovane: un rapido scambio di una bustina e di banconote e poi ognuno per la sua
strada, ma sono stati subito fermati dai poliziotti.
Il giovane, un pugliese a Terni per lavoro, è stato trovato con una dose di cocaina, nell’auto
della donna, i resti dell’involucro e 200 euro, il giovane dirà poi agli agenti che 50 euro erano per la
dose appena acquistata, il resto per vecchi debiti, dato che si riforniva sempre da lei.
L’acquirente è stato segnalato alla Prefettura di residenza come consumatore e la donna è
stata arrestata per spaccio continuato di sostanze stupefacenti. In casa, la Polizia di Stato ha trovato
altri due involucri contenenti 10 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e materiale per
confezionare le dosi. Il Pubblico Ministero Raffaele Pesiri ha disposto la direttissima per questa
mattina.
Inoltre, nel corso dei servizi, è stata denunciata una cittadina rumena di 24 anni per aver
violato il divieto di ritorno nel Comune di Terni; nei guai anche un’altra donna, una giovane
venezuelana trovata in possesso di 3,6 grammi di marijuana, che è stata segnalata in Prefettura per
consumo di sostanze stupefacenti.