Una presunta rete di spacciatori specializzati nella consegna a domicilio della cocaina a clienti “fidelizzati” è stata smantellata, a Perugia, dalla polizia che ha arrestato un albanese e denunciato a piede libero quattro suoi connazionali.

Nell’ambito delle indagini, gli agenti della squadra mobile hanno svolto cinque perquisizioni in diversi appartamenti, che hanno permesso di individuare il “covo” della banda in un’abitazione di Ponte della Pietra, dove sono stati trovati 60 grammi di cocaina. In arresto il 23enne albanese, incensurato ed arrivato in Italia da qualche settimana, ritenuto dai poliziotti il custode del “deposito”.

Nella Fiat Punto da lui presumibilmente utilizzata per le consegne sono stati invece scoperti circa 7.000 euro in contanti. Due dosi di cocaina erano in un altro degli appartamenti controllati.