Nuove norme, in Umbria, per le attività funerarie e cimiteriali, anche con l’istituzione di un elenco regionale delle imprese autorizzate ad esercitare l’attività funebre e di trasporto delle salme. Le ha definite la Giunta regionale, su proposta dell’assessore Luca Barberini, “per assicurare, sull’intero territorio regionale, un trattamento adeguato, rispettoso e uniforme delle persone defunte”.

La nuova disciplina – varata da Palazzo Donini come modifica al testo unico in materia di Sanità e servizi sociali – verrà sottoposta al parere dell’Assemblea legislativa. Viene ribadito il ruolo centrale dei Comuni nella gestione dei servizi funerari, cimiteriali e di polizia mortuaria, nonché nella realizzazione dei cimiteri e degli impianti crematori. Agli stessi enti viene affidato il compito di gestire l’elenco comunale delle imprese autorizzate ad esercitare l’attività funebre e di trasporto funebre sul territorio locale, con l’obbligo di trasmetterlo annualmente alla Regione.