In un post sul proprio profilo Facebook, anche la Presidente umbra Catiuscia Marini ha ricordato la strage alla stazione di Bologna. “Il 2 agosto – si legge – la memoria va alle 85 vittime della strage di Bologna, al giovane ternano Sergio Secci ucciso dalla bomba alla stazione.

“Il ricordo – ha scritto la Marini – va a Torquato Secci, il padre di Sergio, fondatore dell’Associazione dei familiari delle vittime che insieme alla moglie Lidia per tutto il resto della loro vita furono alla ricerca della verità. Verità – ric orda la governatrice regionale – che fa ancora fatica ad emergere in tutti i profili di responsabilità e che nella memoria delle vittime e dei feriti vogliamo ancora perseguire”.