Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Milano sta effettuando sequestri di beni, compresi conti correnti e mandati fiduciari, per circa 55 milioni nei confronti di 5 persone tra cui l’imprenditore ed ex patron della Ternana Edoardo Longarini, già finito sotto inchiesta ai tempi di Tangentopoli, nell’ambito di una indagine della Procura di Milano per sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Le Fiamme Gialle hanno dato esecuzione a un provvedimento d’urgenza di sequestro preventivo per equivalente firmato dai pm Stefano Civardi e Bianca Maria Baj Macario.
Contestualmente sono state fatte perquisizioni a casa degli indagati e presso gli uffici degli intermediari finanziari e gli studi di consulenza che hanno curato gli interessi patrimoniali e societari degli indagati. L’indagine milanese è nata dall’approfondimento di segnalazioni per operazioni sospette a carico del dirigente sportivo che risiede a Roma ma che ha parecchi interessi nelle Marche.

a riportare la notizia è l’ansa